Arte | Enogastronomia | Sport | Artigianato | Appuntamenti | Archivio Newsletter | Mappa del sito
  Il territorio
  Le ville
  Itinerari di fede e arte
      I luoghi della fede a Thiene
      Le chiesette della Pedemontana vicentina
      Il Parco del Sojo
      Itinerario Per Grazia Ricevuta
  I musei
  La Grande Guerra
  Prodotti e piatti tipici
  Lo sport
  Appuntamenti annuali
  Le tradizioni
  Le bande musicali
  Rievocazioni Storiche
  Come arrivare
  Uffici informazione
  Chi siamo
  Meteo
  Gli enti associati
  Links
 
         
Home > I luoghi della fede a Thiene


I luoghi della fede a Thiene



La pieve di Thiene, ora Duomo di Thiene, dedicato a Santa Maria, è stata certamente la prima chiesa del territorio, rimaneggiata più volte nel corso dei secoli e radicalmente demolita nel 1658; è stata poi ricostruita nelle forme attuali, solenni e imponenti su progetto dell’architetto Claro Pasinati.
Il Duomo di Thiene conserva al suo interno un ricco patrimonio di opere d’arte con tele dei migliori pittori veneti: Antonio Zanchi, Giulio Carpioni, Sebastiano Ricci, Alessandro Maganza, e interessanti altari marmorei. Nei lacunari del controsoffitto a cassettoni, opera attribuita a Ottone Calderari, sono incastonate quindici grandi tele tra le quali, al centro, l’Assunta di Giovanni Battista Pittoni.
Nella sacrestia la tela della Santissima Trinità, di Giovanni Buonconsiglio. Nella vicina casa canonica di Thiene è possibile visitare il Museo di arte sacra (info: tel. 0445 361093), vero e proprio scrigno d’arte, che racchiude pezzi rarissimi, antiche testimonianze della religiosità locale, paramenti ricamati in seta e oro, oggetti liturgici di diverse epoche, preziosi reliquiari e crocifissi, antiche icone.

Nelle vicinanze la Chiesa del Rosario dalle belle linee architettoniche con la facciata scandita da semplici lesene. L’interno è suddiviso in tre navate con archi a pieno centro, poggianti su colonnine binate.
Molto elegante l’altare in marmo policromo con la tela della Madonna del Rosario, attorniata dai quindici misteri, del 1590. La chiesetta presenta un ricco apparato di stucchi e dipinti di Francesco Balante, Giulio Carpioni, Valentino Bassi e Alessandro Maganza. Sull’altare di destra il gruppo marmoreo di San Giuseppe con Gesù Bambino e angeli del 1690, attribuito al grande scultore vicentino Orazio Marinali.
Degni di menzione la cancellata settecentesca che chiude il presbiterio e il battistero in legno di noce, opera seicentesca di Matteo Fabretti.

Tra i vari edifici del Quattrocento di proprietà della famiglia Porto-Thiene, vi è la dimora situata nel centro della città, una delle più sontuose mai costruite nel Veneto, con la chiesetta della Natività di Maria Vergine, nota come “Cesetta rossa”, fatta costruire intorno al 1470 come cappella gentilizia. La piccola chiesetta è un vero gioiello di architettura per l’eleganza delle linee, per la raffinatezza degli elementi decorativi e, soprattutto, per il gioco cromatico tra la struttura muraria a mattoni a vista e le bianche pietre finemente lavorate. Anche l’interno è molto elegante con le volte a crociera del soffitto, l’altare con la scultura quattrocentesca della Madonna con il Bimbo, san Francesco e san Bartolomeo, finemente lavorata, le sculture e i monumenti funerari.

La chiesetta di San Vincenzo di Thiene, fu fatta costruire nel 1333, come cappella privata, dalla nobile famiglia Thiene, nella parte a nord della città. Si tratta di un edificio religioso ancora conservato nelle originarie forme architettoniche e ricco di affreschi interni di grande valore storico e artistico di epoca prerinascimentale con influssi giotteschi e affreschi nel presbiterio dell’inizio del Quattrocento, attribuiti a Michelino da Besozzo.
Nell’altare principale di questa bellissima chiesetta vi è una pala del Maganza raffigurante la Madonna in trono con san Vincenzo del 1613. Da vedere anche una preziosa immagine su tavola della Vergine di influsso bizantino.
A sud della città, nella contrada della Conca, la famiglia Thiene costruì nel 1472 un’altra cappella dedicata a San Girolamo, annessa alla vicina villa, conosciuta anche come chiesa di San Gaetano, eretta nel 1472, dalla bellissima facciata in stile tardogotico veneziano. All’interno tele settecentesche di Antonio De Pieri e del thienese Francesco Balante.

Ci piace ricordare le altre importanti chiese della città: la chiesetta di Santa Maria Maddalena, nella via omonima, ora sconsacrata e divenuta sede di mostre ed attività culturali, e la chiesetta delle Dimesse, dedicata alla Concezione di Maria Vergine, eretta nel 1720, dalla ricca facciata sulla strada in stile tardobarocco, con lesene, modanature, grate in ferro battuto e statue. All’interno tele di valore attribuite al Carpioni e un bell’altare in marmo policromo consacrato dal cardinale padovano Rezzonico.

I fedeli di Thiene e dintorni sono particolarmente devoti alla Madonna dell’Olmo, un’antica immagine venerata nel bel santuario eretto nel luogo dell’apparizione di Maria a tre pastorelle nella primavera del 1530. Attualmente il santuario mariano è custodito e curato dai frati cappuccini. La facciata della chiesa, rifatta nel 1910 su progetto dell’architetto Carlo Pasinati, ben si armonizza con il campanile in mattoni.
All’interno molte sono le opere d’arte custodite come un affresco dipinto nel 1863 da Rocco Pittaco. Degni di nota anche le tele dell’Immacolata e della Visitazione opere di Giulio Carpioni (1613-1679) e nella cappella delle Apparizioni, sul lato destro, le due tele di San Gioacchino e Sant’Anna di Alessandro Maganza (1566-1630). Il grande mosaico del catino presbiteriale è opera del 1954 di Angelo Gatto.
Collegato al santuario vi è il convento dei frati, edificato nel 1610 con il bel chiostro con al centro un antico pozzo. Il santuario è meta di continui pellegrinaggi alla Madonna dell’Olmo; nelle feste principali i fedeli che partecipano alle celebrazioni sono migliaia.

Il santuario è aperto ogni giorno: ore 6.00-12.00/15.00-19.00.
Info: tel. 0445 363953.

 
  
  
  
Archivio Manifestazioni
 
2008 © Copyright "Pedemontana Vi" - Powered by Proteus - P.Iva 03018920243